Leonardo DiCaprio: l’Oscar è suo, finalmente

Leonardo DiCaprio: l’Oscar è suo, finalmente
Leonardo DiCaprio © Cover Media

Dopo tanta attesa, Leonardo DiCaprio ha finalmente ricevuto un Academy Award come Miglior attore. Si tratta del primo in assoluto per il bel 41enne, che in passato aveva visto più volte sfumare la vittoria a favore dei colleghi.

- Anzeige -

Leonardo DiCaprio: l’Oscar è suo, finalmente

Dal palco Leo ha voluto ringraziare l’amico Tom Hardy, che ha recitato insieme a lui sul set di «Revenant - Redivivo».

«Ringrazio innanzitutto Tom Hardy, che è come un fratello per me», ha detto.

«Tom, il tuo straordinario talento sul set può essere superato soltanto dalla tua amicizia fuori dal set».

Il divo ha poi reso omaggio al regista della pellicola Alejandro Gonzalez Inarritu.

«Mister Alejandro Inarritu, mentre la storia del cinema viene scritta sotto i nostri occhi, tu ti sei guadagnato di diritto un posto in essa», ha aggiunto.

«In questi ultimi due anni hai davvero mostrato al mondo il tuo incredibile talento…».

D’altra parte, il cineasta si è aggiudicato per il secondo anno di fila il premio come Miglior regista - vinto nel 2015 con la pellicola «Birdman (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)».

A portare a casa il titolo di Miglior film è stato invece «Il caso Spotlight», premiato anche per la Miglior sceneggiatura originale.

Infine, Brie Larson è stata nominata Miglior attrice, durante la serata costellata dalle performance musicali di Dave Grohl, The Weeknd, Lady Gaga e Sam Smith, che è anche stato premiato per la Miglior canzone originale.

Ecco tutti i vincitori agli Academy Awards 2016:

Miglior film:

Il caso Spotlight

Miglior regista:

Alejandro Gonzalez Inarritu - Revenant - Redivivo

Miglior attore

Leonardo DiCaprio - Revenant - Redivivo

Miglior attrice:

Brie Larson - Room

Miglior attore non protagonista:

Mark Rylance - Il ponte delle spie

Miglior attrice non protagonista:

Alicia Vikander - The Danish Girl

Best Original Screenplay:

Spotlight - Tom McCarthy and Josh Singer

Miglior sceneggiatura adattata:

La grande scommessa - Adam McKay and Charles Randolph

Miglior film in lingua straniera:

Il figlio di Saul, Ungheria

Miglior canzone originale:

Writing's On The Wall - Spectre - Sam Smith e Jimmy Napes

Miglior colonna sonora originale:

The Hateful Eight - Ennio Morricone

Miglior fotografia:

Revenant - Redivivo - Emmanuel Lubezki

Miglior editing:

Mad Max: Fury Road - Margaret Sixel

Migliori effetti visivi:

Ex Machina - Mark Williams Ardington, Sara Bennett, Paul Norris, and Andrew Whitehurst

Miglior editing sonoro:

Mad Max: Fury Road - Mark A. Mangini and David White

Migliore audio mixing:

Mad Max: Fury Road - Chris Jenkins, Gregg Rudloff, and Ben Osmo

Miglior documentario:

Amy

Miglior cortometraggio documentaristico:

A Girl in the River: The Price of Forgiveness

Miglior film d’animazione:

Inside Out

Miglior cortometraggio d’animazione:

Bear Story

Miglior cortometraggio d’azione live:

Stutterer

Miglior design:

Mad Max: Fury Road - Colin Gibson and Lisa Thompson

Migliori costumi:

Mad Max: Fury Road - Jenny Beavan

Migliore make-up e hair styling:

Mad Max: Fury Road - Lesley Vanderwalt, Elka Wardega, and Damian Martin

Premio onorario:

Spike Lee

Gena Rowlands

Premio umanitario Jean Hersholt:

Debbie Reynolds

Cover Media

— ANZEIGE —